News

Il Manifesto

L’idea di unita europea data ormai da oltre due secoli, ma essa è di fatto ben più antica: o, a meglio dire, ha radici molto profonde.

Le culture ellenica e romana prima, la civiltà cristiana medievale e moderna poi hanno – in modo differente – posto le basi per un sogno ed un progetto destinato a dar frutti eterogenei e lenti a maturare, ma anche a segnare a lungo la storia culturale e morale del continente.
Il compito e la sfida che si presentano ora dinanzi ai cittadini europei consistono innanzitutto nella creazione di una reale coscienza dell’importanza della patria comune europea, che si aggiunga collegandosi strettamente – senza soffocarle e senza sovrapporvisi – alle coscienze patriottiche e comunitarie già esistenti in Europa, e che possa proporsi come catalizzatore dell’unità organica del continente.
È infatti nostra convinzione profonda che l’Europa non si farà mai sul serio se alla sua base si vorranno proporre il Parlamento Europeo, il Sistema Monetario Europeo o magari problemi come le “quote di produzione” agricola comunitarie. Cose, tutte queste, che hanno senza dubbio una loro importanza, ma che sono destinate a restare lettera morta se non si ordinano attorno ad un’Idea Forte, un Centro.

Quest’Idea Forte, questo Centro è l’IDENTITÀ EUROPEA. IDENTITÀ fatta di differenze e di specificità nazionali, locali, religiose, comunitarie; IDENTITÀ fatta di storie diverse ma convergenti; IDENTITÀ fatta di libertà e di diversità.
Gli europei vogliono unirsi senza perdere nessuna delle loro caratteristiche, senza rinunciare a nessuna delle proprie specificità. Esistono oggi un’Europa occidentale ed una orientale, una baltica ed una centrale, una eurasiatica ed una mediterranea. Ciascuna di esse possiede la sua storia e il suo specifico legame con altre parti del mondo. Nulla di questa ampia e articolata tradizione dovrà venire meno; a nessuna parte di essa intendiamo rinunciare.
Nello stesso modo l’Europa non può più identificarsi con l’“Occidente”, che rappresenta una dimensione di civiltà nata senza dubbio dal suo seno, ma che è oramai identificabile con una cultura incentrata sull’American way of life e tendente ad imporsi a tutte le tradizioni, obliterandole attraverso un processo di omogeneizzazione e di livellamento teso a portare alle estreme conseguenze lo sviluppo dell’individualismo e della società fondata sul profitto e sul consumo. Per quanto nata da una radice europea ed apparentemente prosecuzione di modi europei di vivere e di pensare, questa società è punta di diamante del cosiddetto processo di mondializzazione e globalizzazione, un barbarico meccanismo di mercificazione dei valori egemonizzato da alcune centrali multinazionali che dirigono ormai anche governi e classi politiche, a cominciare da quelli della potenza attualmente egemone nel mondo.
Il bisogno di Europa si traduce dunque in un bisogno di recupero di tradizioni e di senso di dignità e di specificità che spetta innanzitutto alla cultura ed alla scuola raccogliere, interpretare e tramandare.
Lungi dall’accettare di sciogliersi e scomparire nella realtà omologatrice della cosiddetta “cultura occidentale”, IDENTITÀ EUROPEA vuole semmai espandersi fuori dai suoi confini continentali e recuperare quella grande “Europa fuori d’Europa” che oggi – dall’Argentina al Canada e dal Sud Africa all’Australia – mostra di guardare all’Europa non come a una lontana progenitrice, bensì come ad una vera e propria Madrepatria.

Costruire l’unità europea è il compito degli europei d’oggi.

Contribuire al nascere di una coscienza europea nei suoi cittadini è quello che noi ci assumiamo.

Rimini, 19 aprile 1997

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

LA DEMOCRAZIA SOVRANA DI PUTIN. UN MODELLO POLITICO PER I PAESI DELL'UNIONE EUROPEA. di Borgognone Paolo*

Vladimir Vladimirovic Putin, presidente della Federazione russa, è attualmente il politico [...]

SANTA MARTA: “QUELLA PERSECUZIONE ‘EDUCATA’ TRAVESTITA DI MODERNITA' E PROGRESSO”.*

Nella Messa mattutina, il Papa afferma che “le persecuzioni sono pane quotidiano della Chiesa”[...]

SUL PARTITO CATTOLICO. di Francesco Mario Agnoli

Lo riferisce La Croce quotidiana.it., adesso c’è anche un programma, ispirato alla Dottrina soci[...]

LA LEZIONE DI BRUXELLES. di Adolfo Morganti.

A botta calda e fumi ancora in aria. Mentre i canali radio bollono di analisi approssimative e di [...]

CULTURA E POLITICA NEL MONDO MUSULMANO DI OGGI. di Franco Cardini

Altro che “aureo libretto”, come si sarebbe detto una volta. Il libro che vi consiglio di legg[...]

 
dicembre: 2017
L M M G V S D
« nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031