News

Archivio di gennaio 2014

“Europe, 100 years after breakout of the First World War”. Martedì 4 Febbraio 2014 – Starsburgo

 

 

 

Liebe Kolleginnen und Kollegen,
Hiermit möchte ich Euch zur nächsten Sitzung der Paneuropäischen Arbeitsgruppe der EVP-Fraktion in
Straßburg einladen, am
Dienstag, 4. Februar 2014, um 17.30 Uhr im Saal LOW S.1-5
Wir freuen uns auf den Besuch von
Karl von HABSBURG Alain TERRENOIRE
Präsident der Paneuropabewegung Österreich Präsident der Internationalen Paneuropa-Union
“Europa, 100 Jahre nach Ausbruch des Ersten Weltkrieges”
__________________________________________________________
Leggi il resto di questo articolo »

“La Scintilla” di Franco Cardini. Intervista (Tratto da Il Giornale)

 

Leggi il resto di questo articolo »

LA SCOMPARSA DI UN GALANTUOMO . di F. Cardini

 

 

 

Minima Cardiniana, 6

Domenica 26 gennaio 2014

Santi Timoteo e Tito

 

Avevo da tempo programmato le prossime puntate di MC in modo da trattare alcuni argomenti che mi premono. Ma quando ci si affida alle effemeridi esse hanno il sopravvento e ti spiazzano di continuo con notizie inaspettate che modificano i tuoi piani.

Né sono sempre buone notizie. Tra quelle non positive, le più frequenti riguardano i decessi. La scomparsa di qualcuno che conosci, che ti è caro, ti colpisce e ti sconvolge sempre: ti appare sempre inattesa, immatura, strana, anche quando si tratta magari di persone molto anziane o ammalate da tempo, quindi di decessi razionalmente “naturali”, che tuttavia a loro volta conservano qualcosa del magicamente inatteso: perché da chi è giovane ci si aspetta che viva a lungo, ma chi è vecchio tendiamo a considerarlo immortale.

E’ venuto a mancare un paio di giorni fa, nella sua Rimini, il giudice Romano Ricciotti, magistrato a riposo molto stimato e considerato nella sua città per quanto la sua indole schiva e la natura non proprio maggioritaria delle sue convinzioni politiche ne avessero da tempo causato una bonaria marginalizzazione.

Ricciotti era della generazione degli ottantenni, anche se mi accorgo ora di non aver mai saputo con precisione in che anno fosse nato. Personaggio estremamente riservato e rigoroso, aveva d’altro canto saputo conservare nel tratto una freschezza che faceva spesso dimenticare al sua età: ed era difatti spesso circondato da giovani e addirittura da giovanissimi che gli volevano bene, passeggiavano o andavano a cena con lui, discutevano, talvolta polemizzavano, ma che pur rispettandolo profondamente non davano mai a vedere di posseder la consapevolezza che egli avrebbe potuto essere loro padre o addirittura loro nonno. Leggi il resto di questo articolo »

Il papa e i dietrologi (edito il 14.1. 2014 su “Il Secolo XIX” di Genova; riproposizione con qualche modifica, 15.1.2014). di F. Cardini

 

Non si placano ancora – in questa società che trangugia senza sosta notizie che poi rapidamente dimentica – le polemiche nate attorno all’ultimo dei “soliti gesti rivoluzionari” al quale papa Bergoglio ci ha ormai abituati. Stavolta, si tratta di alcuni bambini battezzati dal Santo Padre durante la messa di domenica 12 scorso: tra loro c’era una piccola figlia di genitori sposati con il solo rito civile.

Non si è mancato di sottolineare che questo è il primo caso in cui un papa solennemente compia un rito del genere destinato al frutto di nozze non religiose: acuta osservazione pari per finezza e profondità almeno alla scoperta dell’acqua calda. In effetti non esistono precedenti specifici, anche perché è relativamente raro che sia il sommo pontefice a celebrar di persona un sacramento che – ricordiamolo a chi forse lo ha dimenticato – in caso di necessità qualunque credente laico può amministrare. E’ d’altronde chiaro che, con gesti come questo, il papa ha voluto sottolineare l’importanza da lui attribuita alla pastorale, quindi al contatto diretto con i fedeli. Né c’è nulla di straordinario nel fatto che i genitori della piccola battezzata dal pontefice siano e restino, per la Chiesa, “pubblici concubini”. Essi hanno evidentemente sollecitato l’onore che è stato loro attribuito attraverso il sacramento ricevuto dalla loro figlia: e con ciò si sono confermati cattolici, per quanto consapevoli che la loro posizione è, sul piano ecclesiale e canonico, “irregolare”. Ma senza dubbio al papa non è nemmeno passato per la mente che ciò potesse ostare all’accoglimento di una giovane vita in grembo alla Chiesa: da cardinale, nella sua Argentina, lo ha fatto anche con figli di genitori non sposati in alcun modo. Non esiste norma ecclesiastica che vieti il battesimo di persone i genitori delle quali abbiano colpe o lacune di sorta: semmai, al contrario, nel mondo cattolico si evita d’impartire il battesimo a soggetti in minore età, ritenendo che debbano essere i loro tutori ad assumersi la responsabilità cosciente della scelta. Il rito battesimale include da parte del battezzando l’esplicita rinunzia al peccato; domenica scorsa, i due genitori della bambina hanno pronunziato solennemente a suo nome le formule liturgiche relative, il che li impegna implicitamente a impartire alla piccola un’educazione cristiana. Lo faranno? E’ un loro problema di coscienza: comunque, il rito battesimale ha in qualche modo avuto l’effetto di riavvicinare anche loro alla conciliazione con la Chiesa. Atti del genere possono, dal punto di vista cattolico, produrre effetti insperati. Leggi il resto di questo articolo »

SULL’ITALICUM. DI F.M. AGNOLI

Per giudicare l’Italicum, il nuovo sistema elettorale  varato a sostituzione del  deprecato Porcellum dal duo  Renzi-Berlusconi, vanno lasciate da parte sia  la simpatia che molti sembrano  provare per l’attivismo politico-giovanilista del primo, sia l’antica  avversione para-giudiziaria per il secondo.

Un esame  obiettivo  del sistema elettorale proposto (lasciando cioè da parte l’abolizione del Senato elettivo, che d’altronde richiede una legge costituzionale)  identifica l’Italicum come un semplice restyling del  Porcellum, col quale d’altronde condivide  l’obiettivo finale di assicurare la governabilità del paese togliendo  peso ai piccoli partiti e attribuendo la vera rappresentanza del popolo sovrano ai due  gruppi più grossi, chiamati  a esercitare in via tendenzialmente esclusiva  le funzioni di  governo e di opposizione (il duo Renzi-Berlusconi  non ha tenuto conto dell’attuale realtà politica  caratterizzata in senso non  bi- ma tripolare da tre formazioni partitiche   di consistenza  pressoché  equivalente; evidentemente si conta sulla sparizione o forte ridimensionamento dei “grillini”).

In concreto l’Italicum, col richiedere  per l’attribuzione del premio di maggioranza che il partito o la coalizione di partiti raggiunga  almeno il 35% dei suffragi,  si adegua,  in prima battuta, alla critica di fondo mossa al Porcellum dalla sentenza n. 1/2014 della Corte costituzionale. Questa  ha, difatti,  bocciato disposizioni che  “non impongono il raggiungimento di una soglia minima di voti  alla lista (o coalizione di liste) di maggioranza relativa dei voti, e ad essa assegnano automaticamente un numero anche molto elevato di seggi, tale da trasformare, in ipotesi, una formazione che ha conseguito  una percentuale pur molto ridotta di suffragi in quella che raggiunge  la maggioranza assoluta dei componenti  dell’assemblea”. Leggi il resto di questo articolo »

Famiglie, imprese, comuni tra Europa ed Euro:Criticità, riforme, opportunità. San Vito dei Normanni (BR), venerdì 24 gennaio 2014 – ORE 18.00

 

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE IDENTITÀ EUROPEA VI INVITA ALLA CONFERENZA

 

FAMIGLIE, IMPRESE, COMUNI

TRA EUROPA ED EURO:

CRITICITÀ, RIFORME, OPPORTUNITÀ

 

 

AULA CONSILIARE – SAN VITO DEI NORMANNI (BR)

VENERDÌ 24 GENNAIO 2014 – ORE 18.00

INGRESSO LIBERO

 

Introduce e modera:

Luca De Netto – Coordinatore Identità Europea Puglia

Relazionano

Raffaele Baldassarre

Europarlamentare gruppo PPE – Vicepresidente commissione giuridica Parlamento Europeo

Adolfo Morganti

Console di Romania presso la Repubblica di San Marino – Presidente Nazionale Identità Europea

Intervengono:

Alberto Magli – Sindaco della Città di San Vito dei Normanni

Alfonso Valentini – Presidente Confcommercio Mesagne

Imprenditori e commercianti del territorio

 

 

 

LA MANIF POUR TOUS ITALIA: MOBILITAZIONE EUROPEA CONTRO I PROGETTI LGBT E ANTI- FAMIGLIA Roma, 2 febbraio 2014 ore 11.00 – Presidio in Piazza Farnese

 

L’Associazione Culturale Identità Europea segnala l’iniziativa


LA MANIF POUR TOUS ITALIA:
MOBILITAZIONE EUROPEA CONTRO I PROGETTI LGBT E ANTI- FAMIGLIA
Roma, 2 febbraio 2014 ore 11.00 – Presidio in Piazza Farnese

 

Parigi, Lione, Bruxelles, Bucarest, Madrid, Varsavia e Roma … In contemporanea, in diverse città d’Europa, il prossimo 2 febbraio, La Manif Pour Tous promuove una mobilitazione, in difesa della famiglia, contro il tentativo di approvazione della bozza sull’uguaglianza fondata sull’“orientamento sessuale e l’identità di genere”, più nota come rapporto Lunacek.
Questi progetti LGBT e anti- famiglia sono definiti nell’Unione Europea: per costruire un’opposizione efficace dobbiamo agire in modo concertato con gli altri Stati membri, manifesteremo quindi simultaneamente in altre capitali europee.
Il Coordinatore de La Manif Pour Tous Italia, Jacopo Coghe, commenta così l’iniziativa: «Dobbiamo essere uniti per difendere e promuovere l’unicità del matrimonio tra un uomo e una donna, i diritti dei bambini e la famiglia presso le Istituzioni europee. C’è una emergenza
antropologica, che si presenta come emergenza giuridico-legislativa, di attacchi sistematici alla famiglia, che è il nucleo della società, da parte di lobbies LGBT. Il matrimonio tra un uomo e una donna è un valore civile e antropologico, su cui ci ritroviamo aldilà delle differenti
posizioni sul piano culturale e religioso».
E’ tempo di allertare nuovamente i tanti cittadini che spesso non sono al corrente della gravità di certi atti dell’Europarlamento. I diritti umani sono di tutti e non possono essere rivendicati in modo speciale da nessuna categoria.
E’ il momento di alzare la voce per difendere la famiglia!

LMPT ITALIA
L’Associazione La Manif Pour Tous – Italia nasce in stretto legame con l’omonima associazione francese con lo scopo di mobilitare i
cittadini italiani di tutte le confessioni religiose, politiche e culturali e risvegliarne le coscienze in merito alle problematiche riguardanti
le recenti proposte di legge su omofobia e transfobia, teoria del gender, matrimoni e adozioni a coppie omosessuali. Il suo scopo è
garantire la libertà di espressione, preservare l’unicità del matrimonio tra uomo e donna e il diritto del bambino ad avere un padre ed
una madre.

Contatti stampa: press@lamanifpourtous.it
Web site : www.lamanifpourtous.it
Facebook : https://www.facebook.com/pages/La-Manif-Pour-Tous-Italia/273967302745211?fref=ts
Twitter: https://twitter.com/ManifPourTousIt

INTERNATIONAL CONFERENCE MULTIIDIIMENSIIONALIITY OF EUROPEAN FOREIIGN POLIICY 21–23/2/2014 Ljjublljjana, SLOVENIA

 

 

 

INTERNATIONAL CONFERENCE
MULTIIDIIMENSIIONALIITY OF EUROPEAN FOREIIGN POLIICY
21–23/2/2014
Ljjublljjana, SLOVENIA

 

FRIDAY, 21/2/2014

14:00 – 16:00 Registration of participants
16:00 – 17:30 EU Foreign Policy: Legal Basis and Constitutional Practice
18:00 Opening of the conference
19:30 Reception at the City Municipality of Ljubljana Leggi il resto di questo articolo »

“EUROPA, QUALE DOMANI?” – Galleria delle arti “L’Universale”, Via Caracciolo 12 Roma

 

 

L’ASSOCIAZIONE CULTURALE IDENTITÀ EUROPEA

VI INVITA ALLA CONFERENZA

 

“EUROPA, QUALE DOMANI?”

 

 

GALLERIA D’ARTE “L’UNIVERSALE” – VIA CARACCIOLO 12, ROMA

ORE 16.00

 

INTERVERRANNO

NICCOLÒ FRACCHIA – M.S.E.

ADOLFO MORGANTI – IDENTITÀ EUROPEA

RAFFAELE COMPAGNA – LOTTA EUROPEA

ANTONIO RAPISARDA – BARBADILLO.IT


“Quale religione per l’Europa?. registrazioni del convegno di Bolzano 10-12 ottobre 2013

 

IDENTITA’ EUROPEA VI SEGNALA

 

 

 

Sono state caricate sul sito www.eurohistoria.eu
le singole registrazioni del convegno di Bolzano 10-12 ottobre 2013 sul tema

“Quale religione per l’Europa? – Welche Religion für Europa?”

52° Convegno internazionale / 52° Internationale Tagung – Institut International d’Etudes Eueropéennes “Antonio Rosmini”

con le registrazioni degli interventi di Marcello Fracanzani, Franco Cardini, Adolfo Morganti e Guglielmo Cevolin
e sono disponibili al seguente link:

LA DEMOCRAZIA SOVRANA DI PUTIN. UN MODELLO POLITICO PER I PAESI DELL'UNIONE EUROPEA. di Borgognone Paolo*

Vladimir Vladimirovic Putin, presidente della Federazione russa, è attualmente il politico [...]

SANTA MARTA: “QUELLA PERSECUZIONE ‘EDUCATA’ TRAVESTITA DI MODERNITA' E PROGRESSO”.*

Nella Messa mattutina, il Papa afferma che “le persecuzioni sono pane quotidiano della Chiesa”[...]

SUL PARTITO CATTOLICO. di Francesco Mario Agnoli

Lo riferisce La Croce quotidiana.it., adesso c’è anche un programma, ispirato alla Dottrina soci[...]

LA LEZIONE DI BRUXELLES. di Adolfo Morganti.

A botta calda e fumi ancora in aria. Mentre i canali radio bollono di analisi approssimative e di [...]

CULTURA E POLITICA NEL MONDO MUSULMANO DI OGGI. di Franco Cardini

Altro che “aureo libretto”, come si sarebbe detto una volta. Il libro che vi consiglio di legg[...]

 
gennaio: 2014
L M M G V S D
« dic   feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031