E non si tratta soltanto di idiozia. di F. M. Agnoli

A differenza di altri paesi  la politica  estera  non ha quasi mai avuto peso  sulle scelte  elettorali degli italiani. Tanto meno ne avrà  nel voto del prossimo febbraio e nella campagna in corso, tutta incentrata su economia,  finanza  e  tasse. Anche  la polemica per l’acquisto di due costosissimi sottomarini (così modesta  da essere sfuggita ai più) ha riguardato   solo l’importo della spesa e  non il futuro impiego dei due sommergibili. Del resto i partiti che contano (e anche la maggior parte di quelli che contano poco o nulla) non hanno interesse a mettere in campo un argomento sul quale nessuna distinzione è possibile, perché li trova tutti piattamente allineati sulle posizioni degli Usa e della Nato. Non mi resta, quindi, che considerare lo spazio che (contando sulla benevolenza del Direttore) dedico alla drammatica situazione siriana, una sollecitazione a ricordare  che non esiste solo la campagna elettorale italiana e che vi sono popoli ai quali l’Occidente  infligge sofferenze  ben più dolorose  di quelle finanziarie riservate a noi, civili membri dell’Unione europea. Continue reading