L’arte come ultima ratio. Herman Hesse e la “Lebensreform”

 

 

 

Novità Libraria – Gennaio 2013

L’arte come ultima ratio. Herman Hesse e la “Lebensreform”

 

 

Autore: Massimiliano Carminati., Introduzione: Antonella Banfi., pagine 78, illustrato b/n e colori.,

Edizioni Il Cerchio., collana L’ALTROTESTO. € 8,00

 

Link diretto per l’acquisto:

http://www.ilcerchio.it/l-arte-come-ultima-ratio-herman-hesse-e-la-lebensreform.html

Continue reading

Antarès – Prospettive antimoderne N. 4

 

 

 

Antarès – Prospettive antimoderne N. 4


L’altra faccia della moneta


Per una filosofia della sovranità politica e finanziaria

 


 

Contributi

Claudio Bartolini, Mattia Carbone, Giulio M. Chiodi, Stefano di Ludovico, Luca Gallesi, Luigi Iannone, Simone Paliaga, Antonio Venier

 

Interviste

Andrea Baranes, Domenico de Simone, Nino Galloni, Maurizio Pallante, Costanzo Preve

 

Recensioni

Luca Siniscalco, Andrea Scarabelli

 

Segnalazioni

Davide Balzano, Rita Catania Marrone, Mitsuharu Hirose, Gianpiero Mattanza

 

Il numero è scaricabile gratuitamente a questo indirizzo:

http://www.antaresrivista.it/Antares_4_web_LR.pdf

 

http://www.antaresrivista.it/

http://www.facebook.com/pages/Antar%C3%A8s-Rivista/166070063412824

Valori non negoziabili. di F. M. Agnoli

Il “Corriere della sera del  18 gennaio ha pubblicato un articolo col quale  Pierluigi Battista proclama la necessità di sminare, già con questa campagna elettorale e, ben s’intende, con il  prossimo parlamento, il terreno della politica dalle “guerre di religione”. In pratica si tratta di rinunciare a quella che Battista definisce la logica dei valori non negoziabili e dell’oltranzismo ideologico.

In apparenza l’invito è rivolto a tutti i partiti politici e a tutti gli italiani, ma in realtà, come lasciano intendere fin dal principio l’intitolazione e il sottolineato  richiamo ai “valori non negoziabili”, ha come veri e unici destinatari i cattolici, rimasti (quelli mantenutisi fedeli agli insegnamenti della Chiesa) la sola  vera pietra d’inciampo   alla instaurazione del relativismo assoluto e al trionfo dei programmi mondialisti.. Continue reading

“LA GUERRA CANTO PERENNE TRA L’USURA E CHI VUOL BEN LAVORARE”. di Luigi Copertino

 

“LA GUERRA CANTO PERENNE TRA L’USURA E CHI VUOL BEN LAVORARE”

 

RELAZIONE IN PREVISIONE DEL VIAGGIO A MOSCA

 

“Con usura non sorsero/Saint Trophime e Saint Hilaire,/

Usura arrugginisce il cesello/arrugginisce arte e artigiano/

tarla la tela nel telaio, nessuno/

apprende l’arte di intessere l’oro nell’ordito;/

l’azzurro si incancrena con usura; non si ricama/

in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling/

Usura soffoca il figlio nel ventre/arresta il giovane drudo,/

Cede il letto a vecchi decrepiti,/ si frappone tra i giovani sposi/

CONTRO NATURA/

Ad Eleusi han portato puttane/Carogne crapulano/ospiti d’usura”

 

Ezra Pound, “Contro l’usura” (da I Cantos, c. 45)

 

“Quando cessarono i re, ricominciarono i banchieri/

gli archi dei crociati furon tarlati dal verme-oro/

Educazione monetaria, o si perde la propria libertà./

La moneta è simbolo di giustizia”

 

Ezra Pound, “Troni” (c.97-1277, c. 99-1323, c. 103-1375, c. 105-1403) Continue reading

Protesta ufficiale del Consiglio della Casa Armena di Milano.

 

Con stupore e sgomento apprendiamo che un gruppo del PD – Partito Democratico ha preso nome “Giovani Turchi”.


La scelta di chiamare “Giovani Turchi” una corrente di partito che si definisce democratico è un gravissimo insulto a tutta la  società civile e non solo alla diaspora armena scampata al genocidio ideato e attuato dai “Giovani Turchi” nel 1915.

 

foto di alcuni armeni impiccati


La comunità di origine armena in Italia è già alla terza generazione, ci sentiamo profondamente offesi anche come cittadini italiani.


Il Consiglio della Casa Armena di Milano

“50 years Elysée-Treaty: The French-German friendship as motor for Europe?”- Strasburgo, 5 Febbraio 2013

 

 

 

 

“50 years Elysée-Treaty: The French-German friendship as motor for Europe?”

 

 

Dear supporters of the Paneuropean Movement,
On behalf of the MEP Dr. Paul RÜBIG, I am pleased to inform you about the next session of the Paneuropean Working Group of the European People’s Party.
We would like to invite you on
Tuesday, 5 February 2013, at 5.30 p.m. in room LOW S.1.5 (Strasbourg)

to the lecture of
Dr. Hans-Gert PÖTTERING, MEP, President of the European Parliament ret.
Arnaud DANJEAN, MEP, Chairman of the Subcommittee on Security and Defence
Alain TERRENOIRE, President of the International Paneuropean Union
on the topic of
“50 years Elysée-Treaty: The French-German friendship as motor for Europe?”


“Il Segreto”. Serata col regista Antonio Belluco. Selvazzano (Pd) 24 gennaio 2013

 

 

 

“Il Segreto”


Serata col regista Antonio Belluco

 

 

L’Associazione Culturale Identità organizza una serata d’incontro con Antonio Belluco, promotore e regista del progetto “Il Segreto”, film ispirato  all’eccidio di Codevigo (Pd).

 

La serata si svolgerà giovedì 24 gennaio alle ore 21.00 presso la sala del centro civico in piazza Leoni, Caselle di Selvazzano (Pd).

 

L’incontro sarà occasione per completare la raccolta fondi organizzata per finalizzare la realizzazione del progetto


 

STUDI INTERCULTURALI #1, 2013

STUDI INTERCULTURALI #1, 2013

 

Cesare Catà, Before Ireland was made. Il Nazionalismo Neoplatonico di William Butler Yeats

Mario Faraone, “Light into Darkness”: la narrativa per ragazzi nel XIX secolo britannico, tra educazione cristiana ed etica imperialista

Gianni Ferracuti, Deblica barea: la tradizione segreta del flamenco

Marina Niro, Uno sguardo sul dialoco ebraico-cristiano: la figura di Gesù

Alice Porro, Borges lettore di Dante [prima parte]

Irma Hibert, Modernindad e identidad en “El Tùnel” de Ernesto Sàbato

 

Copertina morbida, 152 pagine

Prezzo: € 15,00

 

E non si tratta soltanto di idiozia. di F. M. Agnoli

A differenza di altri paesi  la politica  estera  non ha quasi mai avuto peso  sulle scelte  elettorali degli italiani. Tanto meno ne avrà  nel voto del prossimo febbraio e nella campagna in corso, tutta incentrata su economia,  finanza  e  tasse. Anche  la polemica per l’acquisto di due costosissimi sottomarini (così modesta  da essere sfuggita ai più) ha riguardato   solo l’importo della spesa e  non il futuro impiego dei due sommergibili. Del resto i partiti che contano (e anche la maggior parte di quelli che contano poco o nulla) non hanno interesse a mettere in campo un argomento sul quale nessuna distinzione è possibile, perché li trova tutti piattamente allineati sulle posizioni degli Usa e della Nato. Non mi resta, quindi, che considerare lo spazio che (contando sulla benevolenza del Direttore) dedico alla drammatica situazione siriana, una sollecitazione a ricordare  che non esiste solo la campagna elettorale italiana e che vi sono popoli ai quali l’Occidente  infligge sofferenze  ben più dolorose  di quelle finanziarie riservate a noi, civili membri dell’Unione europea. Continue reading